Archivi per la Categoria: Messaggi della parrocchia

Messaggi della parrocchia

Festa Anniversari di Matrimonio 2017 Incontri parrocchia:Zelo  

La celebrazione della Festa degli anniversari di matrimonio è diventata, nel corso degli anni, una felice ricorrenza della nostra Comunità Parrocchiale. Confermando quel giuramento di amore, lealtà, rispetto, pazienza e comprensione, chiedono a Dio e a tutti coloro che li amano di essere testimoni di quelle promesse. Così come Maria e Giuseppe “insegnano con la loro vita che il matrimonio è un’alleanza tra l’uomo e la donna, alleanza che impegna alla reciproca fedeltà e poggia sul comune affidamento a Dio. Alleanza così nobile, profonda e definitiva da costituire per i credenti il sacramento dell’amore di Cristo e della Chiesa”

BUONE VACANZE 2017

Il cattolico si distingue anche dal modo in cui si riposa e si diverte: anche sotto l’ombrellone o in cima a una montagna, la meta della vita non è un pacchetto turistico, ma il Paradiso. buone-vacanze_

Arriva l’estate e l’uomo moderno si misura con un appuntamento obbligato quasi per tutti: le vacanze. Perché il cattolico si riconosce anche dalle vacanze che fa. Ovviamente, c’è una grande libertà di scelta tra le molte opzioni che abbiamo a disposizione, in una forbice che va da Borghetto Santo Spirito alle Antille, o restare a Zelo Buon Persico. Ma dentro questa libertà ci sono alcuni punti fermi che ci dovrebbero guidare anche durante le nostre ferie.

Benedizione annuale delle famiglie nelle case

Con questo mese di aprile riprende la Benedizione delle famiglie. Il “Benedizionale” così afferma: benedizione-delle-case-e-delle-famiglie

434. Obbedienti al mandato di Cristo, i pastori devono considerare come uno dei compiti principali della loro azione pastorale la cura di visitare le famiglie per recar loro l’annunzio della pace di Cristo, che raccomandò ai suoi discepoli «In qualunque casa entriate, prima dite Pace a questa casa» (Lc 10, 5).

435. I parroci pertanto e i loro collaboratori abbiano particolarmente a cuore la consuetudine di far visita ogni anno, specialmente nel tempo pasquale, alle famiglie presenti nell’ambito della loro giurisdizione. E’ un’occasione preziosa per l’esercizio del loro compito pastorale: occasione tanto più efficace in quanto offre la possibilità di avvicinare e conoscere tutte le famiglie.

436. Poiché il rito della benedizione annuale di una famiglia nella sua casa riguarda direttamente la famiglia stessa, esso richiede la presenza dei suoi membri.

437. Non si deve fare la benedizione delle case senza la presenza di coloro che vi abitano. Non riuscendo a compiere la Benedizione in tutte le case del nostro paese si è deciso di dividere in zone.

Quest’anno faremo la zona sud est di via Dante e la via Dante compresa.

Per intenderci: tutta quella parte di paese che, tenendo via XX Settembre come divisorio va verso l’Adda. Di giorno in giorno avviseremo quali vie saranno interessate alla benedizione. 

“E tu la raccolta la fai?”: come differenziare i rifiuti in oratorio a Zelo

L’iniziativa, è rivolta a tutti gli interessati, in particolare ai ragazzi, ai gruppi giovani, ai genitori, ai catechisti ai volontari e agli allenatori. Un’ottima opportunità per conoscere, imparare, e dirigersi verso un’ecologia migliore.

OPERAZIONE RICICLAGGIO

INSIEME FACCIAMO………. la DIFFERENZIATA

GIORNATA PER LA VITA 2017

giornatavita

Giornata per la vita: «il sogno di Dio si realizza nella storia con la cura dei bambini e dei nonni»

DATE DEI SACRAMENTI nel 2017

PRIMA CONFESSIONE: 22 e 23 Aprile 2017

PRIMA COMUNIONE: Domeniche 7, 14 e 21 Maggio 2017

CRESIME: Sabato 27 Maggio 2017

———————————————————————————————-

CORSO BIBLICO

Incontri parrocchia:Zelo

——————————————————————

  —  CORSI FIDANZATI 2017  –  Vicariato di Paullo  — 

Manifesto Fidanzati

A Tribiano: Martedì 6, 13, 20, 27 Settembre – 4, 11, 18, 25 Ottobre

A Paullo: Martedì 25 Ottobre – 8, 15, 22, 29 Novembre – 6, 13, 20 Dicembre
A Zelo Buon Persico: Martedì 10, 17, 24, 31 Gennaio – 7, 14, 21, 28 Febbraio
A Dresano: Giovedì 2, 9, 16, 23, 30 Marzo – 6, 11, 20 Aprile 5° A Paullo: Martedì 2, 9, 16, 23, 30 Maggio – 6, 13, 20 Giugno
Per informazioni: Parrocchia di S. Andrea apostolo in Zelo Buon Persico. Telefono: 02.9065668 – Email: zelo@diocesi.lodi.it. Le iscrizioni si accetteranno entro 10 giorni prima dalla data di inizio del corso e fino ad un numero massimo di 16 coppie per corso.
“Scegliere il matrimonio esprime la decisione reale ed effettiva di trasformare due strade in un’unica strada, accada quel che accada e nonostante qualsiasi sfida. A causa della serietà di questo impegno pubblico di amore, non può essere una decisione affrettata, ma per la stessa ragione non la si può rimandare indefinitamente. Impegnarsi con un altro in modo esclusivo e definitivo comporta sempre una quota di rischio e di scommessa audace. Il rifiuto di assumere tale impegno è egoistico, interessato, meschino, non riesce a riconoscere i diritti dell’altro e non arriva mai a presentarlo alla società come degno di essere amato incondizionatamente. D’altra parte, quelli che sono veramente innamorati, tendono a manifestare agli altri il loro amore. L’amore concretizzato in un matrimonio contratto davanti agli altri, con tutti gli obblighi che derivano da questa istituzionalizzazione, è manifestazione e protezione di un “sì” che si dà senza riserve e senza restrizioni. Quel “sì” significa dire all’altro che potrà sempre fidarsi, che non sarà abbandonato se perderà attrattiva, se avrà difficoltà o se si offriranno nuove possibilità di piacere o di interessi egoistici.” (AMORIS LAETITIA 132)

LA NON VIOLENZA: STILE DI UNA POLITICA PER LA PACE – MESSAGGIO PER LA 50ª GIORNATA MONDIALE PER LA PACE

giornata-della-pace

INIZIA LA NOVENA DEI MORTI

La Chiesa propone la Novena in preparazione alla commemorazione dei defunti. Pregare per i nostri cari che sono nella pace del Signore è il modo migliore per sentirli vicini, in comunione con noi.

Ricordiamo in modo particolare i nostri cari: verso di loro abbiamo doveri di riconoscenza per il bene che ci hanno fatto e ci hanno voluto. La nostra riconoscenza e il nostro amore si manifesta ormai con la preghiera:

la nostra fede in Gesù morto e risorto per noi, ci assicura che i nostri cari non sono finiti nel nilla: sono con Dio per partecipare al premio che ha promesso ai suoi servi fedeli.

L’atto più grande di suffragio e di amore per i nostri morti è la partecipazione alla santa Messa e alla Comunione eucaristica. Anche la visita al luogo della sepoltura e l’offerta di un fiore o di un cero ha il suo valore: ma deve essere espressione della fede nella risurrezione ed essere unita alla preghiera.

 

CAMBIO ORA

Nella notte tra il 29 e il 30 Ottobre ricordatevi di portare le lancette dei vostri orologi indietro di un’ora, torna l’ora solare.
Solo per la notte di Domenica dormiremo tutti un’ora in più.
VANTAGGI immediati: al mattino la luca arriverà prima; SVANTAGGI immediati: il sole tramonterà prima
DA DOMENICA 30 OTTOBRE SI CAMBIA – Quest’anno il cambio avverrà nella notte tra Sabato 29 e Domenica 30 Ottobre, lancette dunque indietro di un’ora, e si guadagnerà un’ora di sonno in più. La sera però attenzione, vedremo calare il buio molto prima.
L’ora solare non è amata da tutti anzi, c’è addirittura chi vorrebbe abolirla, come il Codacons che a Marzo chiese fosse lasciata l’ora legale tutto l’anno. Sembra che il cambio ora possa generare sintomi come stress, stanchezza, spossatezza, inappetenza, problemi d’umore e difficoltà di concentrazione, oltre ai disagi dovuti all’aggiustamento dell’orario come l’aggiustamento di numerosi strumenti elettronici.
L’ora legale, dal canto suo, ci lascerà per diversi mesi e farà ritorno solo nell’ultima settimana di Marzo 2017.
Nel dettaglio il cambio ora avverrà tra le 2 e le 3 di notte tra il 29 ed il 30 Ottobre 2016. Sin dalla Domenica percepiremo le giornate come più brevi perché il tramonto avverrà prima.

RACCOLTA PRO TERREMOTATI 2016

Sono stati raccolti durante le Messe Euro 1.560,00, a cui vanno aggiunti Euro 540,00 della Festa dell’Oratorio per la pasta all’amatriciana. Sono stati quindi versati in Curia a Lodi Euro 2.100,00.

A Mignete durante le Sante Messe di sabato 17 e domenica 18 settembre sono stati raccolti € 250 che verranno devoluti a favore dei terremotati.

Un grazie a tutti.

ARRIVEDERCI a Settembre: il sito va in vacanza, ma il Signore no!

buone-vacanze

Sogno le vacanze per fare tutto quello che rinvio, tutto quello che pur essendo importante metto da parte. Le vacanze sono il tempo nel quale l’orologio sta fermo, e allora do’ tempo a me stesso, a Dio, alle persone che amo di più, alle cose che preferisco, ai luoghi che non vedo mai.

Le aspetto con ansia le vacanze per riposarmi perché Settembre arriva subito … e allora bisogna programmare, correre, non star fermi, continuamente guardare l’orologio.

Intanto sogniamo le vacanze!

Le auguro di cuore a tutti.

Tre pellegrinaggi organizzati dalla  parrocchia per vivere meglio l’Anno Santo.

GITA a Sabbioneta e Curtatone Mercoledì 1 Giugno

Il 12 giugno si farà il Giubileo Vicariale,  si partirà dalla parrocchia con il pullman per Lodi alle ore 14,15

PAELLEGRINAGGIO a ROMA Dal 21 a 23 Ottobre 2016.

ORATORIO in SICUREZZA

Qualcuno l’avrà già notato, qualcun altro no, ma in oratorio si stanno facendo dei preparativi per renderlo più sicuro, secondo le ultime normative in questo ambito. È certamente vero che l’oratorio è anzitutto composto da persone di diverse età che si ritrovano per socializzare, crescere e anche per condividere la fede del Vangelo. Eppure anche le strutture hanno la loro importanza. Il nuovo oratorio, pur avendo soli 21 anni appena compiuti ha avuto bisogno già negli ultimi anni di vari interventi di una certa consistenza come per esempio il nuovo impianto di riscaldamento, la pavimentazione al lato del salone, la recinzione del campo verso la paullese ed altri interventi.

Il grosso di queste spese sono state fortunatamente coperte, tuttavia il progetto per un oratorio sicuro e funzionale continua attraverso la formazione dei volontari secondo le normative vigenti sulla salute, sulla sicurezza e sugli incendi; anche varie parti della struttura hanno bisogno di un intervento, basti pensare al locale adibito a cucina; un altro pensiero va per esempio all’impianto
elettrico e quello termico che sono soggetti a periodico controllo. Tutto questo ci accompagnerà per il prossimo futuro, ma non saremo in balia del caso perché questi lavori saranno seguiti da uno studio tecnico professionale che si occupa del settore e di cui è garantita la serietà. Dobbiamo spaventarci o arrabbiarci col passato o ancora preoccuparci del presente? No, non credo; questo impegno che si stenderà prossimamente non significa un tralasciare la vita quotidiana e bella di chi frequenta l’oratorio, cominciando dai più piccoli. Semmai, è proprio per rendere gli ambienti più sicuri, più funzionali e duraturi che stiamo imboccando questa strada, per dare un futuro accogliente ed in regola a tutti quelli che frequenteranno l’oratorio di Zelo.

Benedizione annuale delle famiglie nelle case

Con questo mese di aprile riprende la Benedizione delle famiglie.
Il “Benedizionale” così afferma:

434. Obbedienti al mandato di Cristo, i pastori devono considerare come uno dei compiti principali della loro azione pastorale la cura di visitare le famiglie per recar loro l’annunzio della pace di Cristo, che raccomandò ai suoi discepoli «In qualunque casa entriate, prima dite Pace a questa casa» (Lc 10, 5).
435. I parroci pertanto e i loro collaboratori abbiano particolarmente a cuore la consuetudine di far visita ogni anno, specialmente nel tempo pasquale, alle famiglie presenti nell’ambito della loro giurisdizione. E’ un’occasione preziosa per l’esercizio del loro compito pastorale: occasione tanto più efficace in quanto offre la possibilità di avvicinare e conoscere tutte le famiglie.
436. Poiché il rito della benedizione annuale di una famiglia nella sua casa riguarda direttamente la famiglia stessa, esso richiede la presenza dei suoi membri.
437. Non si deve fare la benedizione delle case senza la presenza di coloro che vi abitano.

A Zelo: non riuscendo a compiere la Benedizione in tutte le case del nostro paese si è deciso di dividere in zone. Lo scorso anno si è fatta la zona a nord di Via Dante. Quest’anno faremo la zona sud ovest di via Dante e la via Dante compresa. Per intenderci: tutta quella parte di paese che, tenendo via XX Settembre come divisorio va verso Paullo. Di giorno in giorno avviseremo quali vie saranno interessate alla benedizione.
A Mignete: Padre Francesco inizierà in questo mese di aprile la Benedizione delle Famiglie.

Sostieni PROGETTO: Amici per la Mensa

L’opera  diocesana per il Giubileo della Misericordia

La locandina di sensibilizzazione e la tovagliettaLOCANDINA Opera caritativa 2016

Come da tradizione abbiamo prodotto una locandina di sensibilizzazione che potete esporre negli ambienti comunitari. Con la stessa impostazione grafica è stata realizzata una tovaglietta che potrete chiedere per promuovere una “cena di solidarietà”.

OBIETTIVI

Il progetto vuole proporre nuovi spazi mensa sul territorio della Diocesi, a partire dalla MENSA INSIEME di Lodi, I contributi raccolti permetteranno anzitutto di abbellire l’attuale mensa di via San Giacomo allo scopo di accogliere i suoi ospiti in un luogo “bello” e “buono”. Buono perché è un luogo di solidarietà e bello perché realizzato in un contesto più ampio e curato. Anche la bellezza è condivisione: come la generosità, genera emozioni e favorisce il dialogo e le relazioni. L’obiettivo di uno spazio più accogliente, caldo e bello poiché quanti ricevono un pasto possono tornare a sentirsi parte di una comunità: uomini riconosciuti e non più invisibili. L’evoluzione sarà anche in futuro l’apertura di una nuova mensa più spaziosa in Lodi e, nel confronto con le nostre comunità e il territorio, l’apertura di nuovi spazi mensa in alcune città del lodigiano.

DESTINARI: I NOSTRI OSPITI

La MENSA INSIEME si propone di fornire un pasto caldo alle persone senza fissa dimora o in situazione di emarginazione grave, seguite dal Centro di Ascolto Caritas di Bassa soglia e di offrire un momento di accoglienza e di ascolto finalizzato a orientarle verso la rete dei servizi presenti sul territorio. Le altre mense potranno orientarsi ad accogliere non solo persone senza fissa dimora, ma anche altre situazioni di fragilità

E’ DECEDUTO DON FRANCESCO PAVESI

E’ deceduto a 99 anni Don Francesco Pavesi, parroco di Zelo Buon Persico dal 1966 al 1991. Lo ricordiamo nella preghiera con gratitudine per quanto operato nella parrocchia. I funerali si svolgeranno martedì 29 dicembre 2015 nella chiesa parrocchiale di Castiglione d’Adda alle ore 15,00.  La parrocchia di Zelo B. P. per chi desidera organizza un pulman che parte domani alle ore 14,00 da Piazza Don Pozzoni, parcheggio oratorio. 

 

APOSTOLATO DELLA PREGHIERA Apostolato della Preghiera

Per chi già vi aderisci con la preghiera dell’offerta quotidiana, o per chi desidera aderirvi, si chiede di segnalare il proprio nominativi a: Enrica Boselli–tel: 0290659439 / 3396122444 oppure a: Luisa Campagnoli telefono: 0290658529 / 2222787814. Grazie!

.

ORA SOLARE

cambio ora solare sabato

L’ora legale nel 2015 entra in vigore domenica 29 marzo alle ore 02:00 (notte tra sabato e domenica), in tale data ed a tale orario occorre cambiare l’ora dell’orologio portandolo 60 minuti in avanti.

Andremo a dormire sabato 28 marzo con il vecchio orario e ci sveglieremo con il nuovo, in pratica domenica avremo un’ora in meno per dormire, tipicamente però l’ora viene modificata dopo il risveglio :-).

Ritorno all’ora solare, il processo inverso andrà fatto domenica 25 ottobre 2015 alle ore 03:00 (quindi nella notte tra sabato e domenica), anche in questo caso seguendo la procedura standard bisognerà riportare le lancette indietro di un’ora.

 

Liturgia: fonte e culmine della vita della chiesa

La Costituzione conciliare Sacrosantum Concilium, la prima ad essere pubblicata, afferma al n° 10: “la liturgia è culmine verso cui tende l’azione della Chiesa e, al tempo stesso, la fonte da cui promana tutta la sua energia. Il lavoro apostolico, infatti, è ordinato a che tutti, divenuti figli di Dio mediante la fede e il battesimo, si riuniscano in assemblea, lodino Dio nella Chiesa, prendano parte al sacrificio e alla mensa del Signore.

A sua volta, la liturgia spinge i fedeli, nutriti dei “sacramenti pasquali” a vivere “in perfetta unione”; prega affinché “esprimano nella vita quanto hanno ricevuto mediante la fede”; la rinnovazione poi dell’alleanza di Dio con gli uomini nell’eucaristia introduce i fedeli nella pressante carità di Cristo e li infiamma con essa.

Dalla liturgia, dunque, e particolarmente dall’eucaristia, deriva in noi, come da sorgente, la grazia, e si ottiene con la massima efficacia quella santificazione degli uomini nel Cristo e quella glorificazione di Dio alla quale tendono, come a loro fine, tutte le altre attività della Chiesa”. Ecco perché ogni momento celebrativo non è puro ritualismo, ma forza efficace per vivere da cristiani nel nostro tempo. Per realizzare meglio questo grande progetto, dopo esserci ritrovati in un momento di dialogo a livello vicariale guidati dal responsabile diocesano per la liturgia don Anselmo Morandi, vogliamo incontrarci tra tutti coloro che sono a vario titolo impegnati nel servizio liturgico nella nostra comunità, per iniziare un cammino che ci porti a formare un gruppo liturgico per una migliore comprensione della liturgia nei suoi vari momenti e tempi.

L’incontro è fissato per il 15 ottobre alle ore 21,00 in Chiesa Parrocchiale.

 

DON VINCENZO GROSSI: Santo il 18 Ottobre

Il beato Vincenzo Grossi sarà proclamato santo il 18 ottobre prossimo. La data della canonizzazione del fondatore delle Figlie dell’oratorio che per 40 anni sono state presenti a Zelo Buon Persico presso la Scuola Materna Maria Immacolata, è stata annunciata sabato mattina durante il Concistoro presieduto da Papa Francesco nel Palazzo apostolico vaticano.

.

Anche NOI non può tacere

Come ogni anno nel periodo estivo centinaia di migliaia di bambini, ragazzi e adolescenti nel nostro Paese partecipano e animano Grest e campiscuola promossi da parrocchie, oratori e circoli ricreativi. Sono esperienze all’insegna dell’amicizia, del gioco, del divertimento, della coesione e della condivisione volte a favorire la crescita umana e cristiana delle giovani generazioni. Momenti forti che spesso rimangono indelebili nel ricordo di coloro che vi prendono parte, anche a decenni di distanza. Ma siamo anche consapevoli che a molti coetanei dei nostri ragazzi in varie parti del mondo queste esperienze di vita sono precluse per i più svariati motivi, non ultimi quelli legati alla persecuzione in atto nei confronti dei cristiani, impossibilitati a professare liberamente la propria fede e talora costretti a fuggire. E se è motivo di costernazione il costatare l’insorgere di sempre nuove forme di fondamentalismo nel sostanziale silenzio dell’Occidente che si dice evoluto, dall’altro ci sentiamo rafforzati nella scelta di favorire la coesione sociale, senza escludere nessuno dalle attività proposte dai nostri circoli, qualunque sia il proprio credo religioso. Pertanto «Noi associazione» – con i suoi 1.400 oratori e circoli affiliati in 43 province e 15 regioni italiane, con oltre 370mila tesserati – aderisce e sottoscrive con ferma e profonda convinzione l’appello “Noi non possiamo tacere” lanciato dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana e si unisce alla preghiera delle comunità parrocchiali nella giornata festiva del 15 agosto per i cristiani perseguitati.

BUONE VACANZE……..  con tanti bei ricordi dalla tua parrocchia! 

Gesu al telefono

Buone Vacanze: ricordatevi che Dio non va in vacanza e le chiese NON chiudono per ferie:

in tutti i luoghi in cui vi recherete ci sarà una chiesa con un prete che celebra la Messa della domenica!!!

Nella nostra estate, Dio Padre ci raggiunge per donarci, ovunque e in ogni istante, la pienezza della vita. Spesso ha il sapore delle tanto attese vacanze, altre volte ha il gusto del riposo o dell’avventura.

vacanze.....Ma ci sono anche pause inattese, sorprese dietro l’angolo,INCONTRI desiderati o situazioni nuove cui far fronte. Una cosa è certa: qualsiasi sfumatura abbia la nostra estate, Dio non va in vacanza, lui c’è e resta, è presente nei nostri istanti perché lui è il fedele. Per Dio, risposo significa continuare a prendersi cura della sua creazione, di cui l’uomo vivente è capolavoro.

fineanno

A quanti possono godere del beneficio del riposo e della tranquillità in questi mesi estivi auguriamo di potersi ritemprare nel corpo e nello spirito. Possa esserci l’impegno del recupero delle relazioni significative con Dio, con gli altri, sia all’interno della famiglia che con coloro che incontreremo.

Suggeriamo che in questo tempo di vacanza per alcuni, di lavoro intenso per altri, si trovi l’occasione per partecipare alle funzioni religiose, specialmente alla S. Messa Festiva, al Sacramento della Riconciliazione, alla meditazione della Parola di Dio. 

Buone ferie a tutti, dunque, che consentano a ciascuno, vacanzieri e no, itinerari di ristoro vero e “ricreazione” autentica: in tre direzioni essenziali per chiunque non voglia soccombere allo stress del superlavoro o all’usura del feriale. vacanze

Innanzitutto nella direzione di se stessi, della propria interiorità da ritrovare e continuamente riscoprire, alla ricerca dei fili importanti della propria storia, per ribadire le scelte decisive, per riconoscersi portatori di significati, di valori, di bene. Ciò per evitare il rischio della frammentazione, dello smarrimento, dello svuotamento.

E poi nella direzione degli affetti, da riconoscere come dono e non solo come impegno: dei coniugi reciprocamente, per i quali non è mai superfluo ribadirsi fedeltà e amore; per i figli, da “godere” con diversa profondità; per parenti, vicini e amici, con cui gustare il sapore della gratuità e la gioia della reciprocità. Ciò per evitare il rischio della banalizzazione e dell’appiattimento.

E infine nella direzione della fede – nei suoi snodi di lettura, riflessione, preghiera, condivisione… – sovente miraggi irraggiungibili nello scorrere dei giorni dell’anno. Durante le ferie possono manifestare il loro volto di dimensioni dello spirito che si attagliano su misura di noi uomini d’oggi come indispensabili erogatori di un ossigeno autenticamente vitale. Potremo così fare anche noi, nel nostro piccolo (ma non insignificante), l’esperienza di chi ha scoperto che «in interiore nomine habitat veritas», che la verità, l’autenticità di ciascuno sta dentro a noi stessi: lì non siamo soli con la nostra storia – di miserie e bontà, spesso potenziali – ma incontriamo Dio che è la Verità (con la maiuscola) delle nostre vite, luce che illumina e riscalda, che guida e accompagna. A tutti buone vacanze!

BENEDIZIONE FAMIGLIE

Con il mese di Maggio riprendono le benedizioni delle famiglie. Nelle zone interessate verrà portato un avviso per indicare il giorno e l’ora

UNITI PER LA LIBERTA’

Uniti per la verita'

Zelo in Lutto per PADRE AMBROGIO RAVASI

La comunità di Zelo Buon Persico in lutto per la scomparsa di Padre Ambrogio di anni 82 che per molti anni ha servito la nostra parrocchia.images

La generosità e la passione viva nell’essere prete hanno accompagnato Padre Ambrogio nelle parrocchie che ha attraversato e animato.
 GRAZIE Padre AMBROGIO.
I funerali si svolgeranno sabato a Lodi
 Le più sentite condoglianze dalla Parrocchia e dalla comunità di Zelo Buon Persico
DESTINANDO L’8×1000 AIUTERAI LA TUA PARROCCHIA!

EXPO MILANO 2015: CONDIVIDERE PER MOLTIPLICARE

Zelo in EXPO

L’Esposizione universale sarà un momento privilegiato di incontro per comunicare e valorizzare le esperienze condivise nei diversi territori. Molte famiglie in questi anni si sono messe in relazione e organizzate per costruire reti e scambi orientati all’eticità e alla solidarietà. 

Dall’acquisto condiviso, basato su giustizia ed equità, all’accoglienza dei soggetti deboli, dalle banche del tempo ai fondi comuni di solidarietà per sostenere persone e progetti. Queste realtà, fondate su una logica di dono e reciprocità, tessono una trama di relazioni e costruiscono un’economia di condivisione presente spesso in modo silenzioso nelle comunità, ma che testimonia uno stile di vita possibile capace di nutrire il pianeta. 

Trovare, insomma, il filo capace di tessere legami buoni in una società sempre più fragile e sconnessa, attraverso relazioni che consentano di imparare gli uni dagli altri e che permettano di riscoprire gli elementi fondanti di una vera comunità.

.

NASCE IL NUMERO UNICO PER LE EMERGENZE

nue112

 Dal giorno 24 marzo 2015 sarà attivo il Numero Unico Europeo (NUE), il 112, verso il quale le chiamate saranno confluite e saranno gli operatori del NUE a smistarle verso l’ente finale: carabinieri, polizia di stato, vigili del fuoco ed emergenze sanitarie.

Riassumendo; chiamando i “vecchi” numeri (112, 113, 115 e 118) il cittadino sarà messo in contatto con il call center del NUE 112 che, dopo una veloce valutazione, smisterà la chiamata all’amministrazione competente.

Si precisa che la chiamata al NUE è del tutto gratuita, sia da rete fissa sia da rete mobile.

 .

Auguri alla Donna, che merita di essere rispettata e amata

Frase di Shakespeare per le donne

Auguri a tutte le donne!

Festa della Donna con una bella citazione di William Shakespeare: “La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore, ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata.”

ll nostro ex parroco festeggia 99 anni

px

Festa di San Valentino 2015

san valentino

bancofarmaceutico

Giornata italiana del risparmio energetico venerdì 13 febbraio 2015.

m'illumino di meno

Tutti siamo inviati ad aderire al simbolico silenzio, in nome della sostenibilità. Come? Spegnendo. Spegnendo vie, aule, uffici, vetrine, abitazioni!

Al silenzio energetico si affianca un programma in quattro punti:

  1. razionalizzazione dei consumi energetici e riduzione degli sprechi;
  2. produzione di energia pulita;
  3. mobilità sostenibile;
  4. riduzione dei rifiuti.

11 Febbraio Giornata Mondiale del Malato

«Io ero gli occhi per il cieco, ero i piedi per lo zoppo» 

Quanti cristiani anche oggi testimoniano, non con le parole, giornata-del-malato-ma con la loro vita radicata in una fede genuina, di essere “occhi per il cieco” e”piedi per lo zoppo”! Persone che stanno vicino ai malati che hanno bisogno di un’assistenza continua, di un aiuto per lavarsi, per vestirsi, per nutrirsi. Questo servizio, specialmente quando si prolunga nel tempo, può diventare faticoso e pesante. È relativamente facile servire per qualche giorno, ma è difficile accudire una persona per mesi o addirittura per anni, anche quando essa non è più in grado di ringraziare. E tuttavia, che grande cammino di santificazione è questo! In quei momenti si può contare in modo particolare sulla vicinanza del Signore, e si è anche di speciale sostegno alla missione della Chiesa.

MARCIA della PACE 2015

“L’iniziativa, sarà una vera e propria marcia per rendere visibile al territorio il desiderio e l’impegno per la pace; anzi proprio per concretizzare l’invito del Papa a considerare ogni persona un fratello da abbracciare in Cristo”. 

Zelo Marcia della Pacemarcia per la pace

 Domenica 8 Febbraio 2015 a Zelo Buon Persico ore 16,45 ritrovo in oratorio

ore 17,00 Partenza marcia della Pace per le vie di Zelo B. P.

ore 18,00 Santa Messa in chiesa parrocchiale con il Vescovo di Lodi

INVITO MESSA

GIORNATA PER LA VITA 

DOMENICA 1 FEBBRAIO  2015
 
“GENERARE FUTURO”

 

“La vera giovinezza risiede e fiorisce in chi non si chiude alla vita. Essa è testimoniata da chi non rifiuta il suo dono – a volte misterioso e delicato – e da chi si dispone a esserne servitore e non padrone in se stesso e negli altri”.

vitagiornata vita

aborto
.

 

Candela.gif

L’Umanità Zelasca e Lodigiana in Cammino

…in occasione della
Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2015
presenta


Programma della serata
:

ore 19.00 Via d’entrata cercasi – Inizio Serata
ore 19.30 Aperativo oltre confine
ore 20.00 L’umanità lodigiana in Cammino si presenta
ore 20.15 Proiezione del film
ore 21.45 Dibattito con il regista Gabriele del GrandeNB A TUTTI I PARTECIPANTI: indossate un segno distintivo, inequivocabilmente bianco e nuziale: bouquet, velo, papillon, giacca, fiore all’occhiello… al vostro genio la sceltaIl film racconta la storia di “un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano che incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia. Per evitare di essere arrestati come contrabbandieri però, decidono di mettere in scena un finto matrimonio coinvolgendo un’amica palestinese che si travestirà da sposa, e una decina di amici italiani e siriani che si travestiranno da invitati. Così mascherati, attraverseranno mezza Europa, in un viaggio di quattro giorni e tremila chilometri. Un viaggio carico di emozioni che oltre a raccontare le storie e i sogni dei cinque palestinesi e siriani in fuga e dei loro speciali contrabbandieri, mostra un’Europa sconosciuta. Un’Europa transnazionale, solidale e goliardica che riesce a farsi beffa delle leggi e dei controlli della Fortezza con una mascherata che ha dell&rsqu o;incredibile, ma che altro non è che il racconto in presa diretta di una storia realmente accaduta sulla strada da Milano a Stoccolma tra il 14 e il 18 novembre 2013
Come il docu-film è stato realizzato grazie a migliaia di donatori dal basso, nel più riuscito crowdfounding del cinema italiano, dove disobbedienza civile, fantasia e semplice umanità si intrecciano per varcare confini apparentemente insormontabili; così la proiezione a Lodi potrà essere un momento di partecipazione collettiva in cui le molte realtà aderenti offriranno le loro energie per riflettere ed affrontare insieme il tema della serata: COME ANDARE OLTRE? AI NOSTRI CONFINI, AI NOSTRI LIMITI? Come abbattere i muri, le barriere, gli stereotipi che ci limitano nella relazione con gli altri? Come uscire dai nostri vincoli associativi che spesso diventano difesa di spazi, di interessi corporativi o personali?… “le prime barriere da abbattere sono quelle che ci sono nella nostra testa”.

AUGURI DI BUON ANNO 2015

L’ultimo giorno dell’anno: l’ora dei bilanci, l’ora dei propositi, ma soprattutto l’ora dell’azione di grazie, il giorno della gratitudine, un fiore purtroppo raro oggi, come malinconicamente è stato scritto:

E’ tipico dell’uomo
scrivere i benefici ricevuti sull’acqua
e scolpire i torti subiti sulla pietra.
Ecco allora la mia preghiera di ringraziamento
antica e nuova insieme:
Ti adoro mio Dio
ti amo con tutto il cuore.
Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano,
conservato in questo anno.

Ti ringrazio in particolare, Signore, perché quest’anno mi hai fatto capire, ancora più profondamente e lucidamente, che la religione è prima ciò che Tu fai per noi che non ciò che facciamo noi per Te. Mi hai fatto capire che prima c’è un Dio che ama, poi c’è un Dio che è da amare.

OCCHI CHIUSI

Vi facciamo gli auguri di Buon Anno, parlandovi di occhi … occhi chiusi, occhi aperti ..                     Vi auguro di tenere – almeno in qualche momento della giornata – gli “occhi chiusi”, non per non vedere ma piuttosto per vedere meglio, di più e più in profondità.

AUGURI DI BUON NATALE A TUTTI

Non stiamo passando un periodo tra i più belli della nostra storia e molti di noi sono disorientati, certe cose che erano certe sembra non esserlo più, cioè che era chiaro ed evidente ieri oggi non lo è più. Ma come ogni anno viene il Natale, ognuno di noi in qualche modo si prepara a celebrare questo evento. Prendere sul serio l’invito dell’Angelo: “andate a vedere in una grotta è nato un bambino per voi”, ripartire da questo invito è la mossa più vera e umana che possiamo fare e così la vita riprenderà speranza perché ci viene offerta una ipotesi positiva sul reale, ci viene offerta una compagnia eccezionale: Dio stesso che si offre come compagno ,guida e scopo di tutto. Prenderlo sul serio è l’inizio della felicità.

Cari ragazzi, care ragazze, è tempo di …..  Avvento!

L’Avvento, è il tempo liturgico che precede il Natale ed è preparatorio allo stesso: esso segna l’inizio del nuovo anno liturgico. La parola avvento deriva dal latino adventus e significa “venuta” anche se, nell’accezione più diffusa, viene indicato come “attesa”. E’ il tempo dal raccoglimento e dalla preghiera per prepararsi all’accoglienza del Messia di cui si rivive spiritualmente la nascita.

Vita di comunità

CI PIACE PENSARE LA COME UNA GRANDE FAMIGLIA. ED È ANCHE PER QUESTA RAGIONE CHE VOGLIAMO CHE LA PARROCCHIA SIA LA CASA DI TUTTI. DEI TANTI AMICI CHE SI TROVANO PER STARE INSIEME, PREGARE, MEDITARE, LAVORARE… MA ANCHE UNA CASA SEMPRE APERTA PER CHI PASSA DI LÌ E MAGARI DECIDE DI FERMARSI CON NOI.

 

Venerdì 7 Novembre – ore 15 In oratorio: Momento di preghiera per il Beato Vincenzo Grossi

Preghiera beato Grossi

Domenica 26 ottobre: Ingresso del Nuovo Vescovo di Lodi Mons. Maurizio Malvestiti.

In tutta la diocesi sono sospese le S. Messe pomeridiane delle ore 18,00, quindi anche nella nostra parrocchia, per permettere di partecipare a questo evento importante nella vita della nostra diocesi. La parrocchia mette a disposizione un pullman per andare a Lodi. Sarà precisato a breve l’orario e la modalità d’iscrizione.

 NUOVO VESCOVO DELLA DIOCESI DI LODI:  MONS. MAURIZIO MALVESTITI

Martedì 7 ottobre alle ore 21,00 in Chiesa Parrocchiale:

Incontro per tutti coloro che leggono in chiesa, per coloro che cantano e suonano a vario titolo per iniziare un percorso di organizzazione del servizio liturgico nella nostra parrocchia. Vi aspetto numerosi. Grazie.

FESTA ANNIVERSARI MATRIMONIO…….
Incontri parrocchia:Zelo
Carissimi Coniugi, molti di voi nel corso del 2014 ricordano un anniversario particolarmente significativo: 1, 5, 10, 15, 20, 25, 30, 35, 40, 45, 50, 55 anni di matrimonio.
La Comunità Pastorale zelasca è lieta di festeggiare insieme a voi, ai vostri figli e ai vostri nipoti questo momento di gioia ringraziando insieme il Signore.
È un’occasione per sentirsi parte di una famiglia più grande: la comunità cristiana.
Al termine della celebrazione ci ritroveremo per l’aperitivo e lo scambio di auguri. Vi aspettiamo!
 
Per motivi organizzativi vi preghiamo di segnalare la vostra partecipazione, indicando i nomi e anniversario celebrato, presso la parrocchia.

     Il Parroco di Zelo Buon Persico Don Gianfranco Rossi ha annunciato alla comunità zelasca che Don Daniele Cabisto verrà trasferito a Paullo, da Settembre 2014,  su indicazioni del Vescovo di Lodi. 

  A Zelo B. P. arriverà Don Carlo Mazzucchi. 

Don Carlo

Don Carlo è nato nel 1987, è originario di Livraga, si è diplomato al liceo scientifico ed è entrato in seminario nel 2006; il suo servizio pastorale si è svolto a Livraga, Secugnago, Codogno San Biagio (anche collaborando con la cooperativa Amicizia), poi Maleo.  

 

AUGURI A TUTTE LE MAMME festa-mamma

Oggi è la festa della mamma!
Una festa che dovrebbe proseguire
tutto l’anno, ma che almeno oggi
trova il modo di essere “un giorno
comandato”! “Comandato” per che cosa? Per accorgerci che le nostre mam-
me sono donne importantissime per noi. “Amore di mamma” non è soltanto
una bella e colorita espressione, ma è quello che loro sentono davvero.
E allora diciamoglielo questo nostro amore!
Sai…
Sono loro che ci hanno permesso di vedere la luce del sole.
Sono loro che ci hanno permesso di muovere i primi passi.
Sono loro che ci hanno dato il primo abbraccio.
Sono loro che ci hanno dato il primo bacio.
Sono loro che ci hanno insegnato che le lacrime possono essere asciugate.
Sono loro che ci hanno insegnato che sorridere è possibile.
Sono loro che sanno cosa ha significato soffrire per permettere a noi di respirare.
Sono loro che ci sono state fin dal primo momento.
Sono loro che ci saranno nell’ultimo momento.
Sono loro che respirano il nostro respiro.
Sono loro che ci hanno insegnato a camminare.
Sono loro che abbiamo portato a fare il primo giro in macchina freschi di patente.
Sono loro che ci comprano anche da adulti il pollo allo spiedo al mercato perché ci piace.
Sono loro che respirano quando siamo felici e sospirano quando siamo tristi.
Sono loro che raccolgono i nostri pensieri prima ancora che li lasciamo cadere.
Sono loro che riempiono i nostri cuori e le nostre voci quando le chiamiamo.
Sono loro che hanno la bellezza di essere quello che sono.
Sono loro che aspettano solo una nostra telefonata per sorridere.
Sono loro che hanno imparato a scrivere sms solo per mandarli a noi.
Sono loro che possiamo chiamare con lo stesso nome tutta la vita.
Sono loro.
Sono le nostre mamme!
La mia, la tua, le nostre!
Anche dal cielo, sempre, comunque, avranno trasformato il loro cuore da cuore di donna a cuore di mamma.
Grazie!
Diciamoglielo, facciamoglielo capire, sussurriamoglielo; facciamole andare a letto stasera con nel cuore la bellezza di poter essere amate da noi, loro figli!
Grazie mamma!
Buona festa a te!

27 Aprile 2014 i Nuovi SANTI: “GIOVANNI PAOLO II” e GIOVANNI XXIII”

Santi

Due grandi Santi ci accompagnano da tempo. Dalla loro morte ad oggi sono passati tanti anni, almeno per Giovanni XXIII. Ma la nostra fede nella loro santità non era solo un’opinione. Ora ne abbiamo la conferma ufficiale. Sappiamo che sono in cielo e che la loro vita è da imitare, perché hanno seguito da vicino il Buon Pastore e hanno dato la loro vita per Lui e per noi.

 —– “Il vero problema è affrontare il lunedì con il Vangelo della domenica”. —– 
La parrocchia non è principalmente una struttura, un territorio, un edificio. E’ piuttosto la famiglia di Dio, come una fraternità animata dallo spirito d ‘unità. E’ una casa di famiglia, fraterna ed accogliente. E’ la casa aperta a tutti e al servizio di tutti, o, come amava dire il papa Giovanni XXIII, la fontana del villaggio alla quale tutti ricorrono per la loro sete (cfr. Christifideles laici, 26-27)
La parrocchia vuole essere un luogo di ascolto e aiuto reciproco per dare a tutti l’oc­casione di crescere nell’umanità e nella spiritualità e divenire una casa dove fare comunione col Signore e i fratelli. 
Alla parrocchia è richiesto il coraggio di cambiare, passando da comunità di recinto a comunità di pascolo. E’ la sua apertura al territorio che la rende missionaria tra le case degli uomini.”

8 marzo – Auguri a tutte le donnefiori

Augurando alle donne della Parrocchia di poter vivere in pienezza la loro vocazione di Spose, Mamme,  Donne di fede ad Immagine di quella nuova Umanità inaugurata da Maria.

Buon 8 marzo a tutte le donne che ogni giorno urlano in silenzio, alle donne che dedicano la loro vita alla famiglia e alla cura degli altri.

.

EMERGENZA SIRIA 

 

SI ALZI FORTE IL GRIDO DELLA PACE

Adesso non se ne parla più. Peccato che il problema esista ancora. E il problema ha il volto di centinaia di volti, uomini, donne, bambini, tutti provenienti dalla martoriata Siria, tutti in fuga da una situazione ormai stagnante in cui pare che nessuna diplomazia riesca ad avere la meglio rispetto ad un conflitto che a noi occidentali appare inspiegabile.

La Caritas non vuole dimenticare.

Continua il sostegno al PROGETTO DI AIUTO D’URGENZA PER LE PERSONE COLPITE DAL CONFLITTO NELLA REGIONE DI HOMS

 

.

PER TE MI SPENDO!!!    Raccolta Alimentare Sabato 1 Marzo 2014…

I volontari di Zelo Buon Persico saranno presenti al supermercato “Il Gigante” di Montanaso-Lodi dalle 9 alle 19 circa e saranno riconoscibili perché indosseranno le magliette della Caritas, quelle verdi, caratteristiche perché portano la scritta “5+2= 5000”. Cinque pani e due pesci, che sfamarono cinquemila uomini. Il poco di ciascuno che, condiviso, fa miracoli. L’iniziativa andrà a sostenere le famiglie del nostro che sono in difficoltà economica. Indicativamente si raccolgono olio, biscotti, dadi, sale, zucchero, caffè, riso, pasta, generi in scatola come carne, tonno,piselli, fagioli, pelati; bagnoschiuma, saponette, detersivi per lavatrice, piatti e multiuso per la casa.

raccolta-alimentare-caritas

 

 

festa degli innamorati

Adorazione Eucaristica con i Giovani

Poster Adorazioni 2013-2014_2a tappaproposte dal Seminario Vescovile di Lodi

2° Tappa al

Seminario Vescovile di Lodi

13 Febbraio 2014 – ore 19:30

Vicariati di Lodi, Spino, Lodivecchio e Paullo

L’amore al cospetto del papa

Proprio in occasione di San Valentino Papa Francesco, confermando ancora una volta il suo impegno

il si all'amore

pastorale nei confronti della famiglia, il 14 febbraio 2014 incontrerà i fidanzati che stanno vivendo i percorsi di preparazione al matrimonio, per celebrare insieme “La gioia del Sì per sempre”.

 Vicariato di Paullo: Festa e marcia della pace

Volantino Festa Pace_2014

Domenica: 9 febbraio 2014 – Programma: “Cristo uomo della pace”:

Ore 16,45 Ritrovo presso Parco Muzza (via Mazzini) – Paullo

Ore 17,00 Partenza Marcia della Pace. Lettura del messaggio per la pace di Papa Francesco.

Ore 18,00 Santa Messa – Chiesa parrocchiale Paullo.

A seguire momento conviviale in Oratorio

11 Febbraio Giornata del Malato e festa della Madonna di Lourdes

Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.

Abbiamo invocato Maria SS. perchè guarisca i nostri corpi

e soprattutto converta i nostri cuori.

———

Giornata del MALATO 2014gmm_2004_1

Fede e carità – «…anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli»

Il tema della XXII Giornata Mondiale del malato «Fede e carità – “…anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli”» sottolinea l’importanza di educare alla cultura del dono operatori pastorali e sanitari, persone ammalate e sofferenti, famiglie e tutta la comunità cristiana. la vita dell’uomo è un dono ricevuto che trova la sua pienezza e il suo completamento solo quando viene ridonata con generosità ai fratelli. Ma perché questo sia possibile, occorre che ci lasciamo for- mare dallo Spirito del Vangelo alla carità e alla misericordia, vera profezia in una società che conosce forti accenti di egocentrismo, e che talvolta è segnata forte- mente dalla cultura dell’avere, del consumare e dello sprecare.

Banco Farmaceutico

Giornata della VITA 2014 

GiornataVita2014

“I figli sono la pupilla dei nostri occhi… Che ne sarà di noi se non ci prendiamo cura dei nostri occhi? Come potremo andare avanti?”. Così Papa Francesco all’apertura della XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù ha illuminato ed esortato tutti alla custodia della vita, ricordando che generare ha in sé il germe del futuro. Il figlio si protende verso il domani fin dal grembo materno, accompagnato dalla scelta provvida e consapevole di un uomo e di una donna che si fanno collaboratori del Creatore. La nascita spalanca l’orizzonte verso passi ulteriori che disegneranno il suo futuro, quello dei suoi genitori e della società che lo circonda, nella quale egli è chiamato ad offrire un contributo originale. Questo percorso mette in evidenza “il nesso stretto tra educare e generare: la relazione educativa si innesta nell’atto generativo e nell’esperienza dell’essere figli”, nella consapevolezza che “il bambino impara a vivere guardando ai genitori e agli adulti”.
Ogni figlio è volto del “Signore amante della vita” (Sap 11,26), dono per la famiglia e per la società. Generare la vita è generare il futuro anche e soprattutto oggi, nel tempo della crisi; da essa si può uscire mettendo i genitori nella condizione di realizzare le loro scelte e i loro progetti.

I parrocchiani vivono il rispetto e la promozione della vita in tutte le sue forme, dalla natura alle persone; rispetto e promozione gli uni verso gli altri, con particolare attenzione verso i più deboli.

Giornata del MIGRANTE 2014

migranti e rifugiati 100 giornata mondiale gennaio 2014

In occasione di questa Giornata Mondiale, Papa Francesco chiede di guardare ai migranti come esseri umani con un volto, una storia, competenze professionali, risorse.

 

“Le nostre società stanno sperimentando, come mai è avvenuto prima nella storia, processi di mutua interdipendenza e interazione a livello globale, che, se comprendono anche elementi problematici o negativi, hanno l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita della famiglia umana, non solo negli aspetti economici, ma anche in quelli politici e culturali. Ogni persona, del resto, appartiene all’umanità e condivide la speranza di un futuro migliore con l’intera famiglia dei popoli. Da questa constatazione nasce il tema che ho scelto per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato di quest’anno: “Migranti e rifugiati: verso un mondo migliore”.
Nel contesto socio-politico attuale, però, prima ancora che il diritto a emigrare, va riaffermato il diritto a non emigrare, cioè a essere in condizione di rimanere nella propria terra, ripetendo con il Beato Giovanni Paolo II che “diritto primario dell’uomo è di vivere nella propria patria: diritto che però diventa effettivo solo se si tengono costantemente sotto controllo i fattori che spingono all’emigrazione”.

 

Giornata della PACE 2014


pax ba

 La fraternità è una dote che ogni uomo e donna reca con sé in quanto essere umano, figlio di uno stesso Padre. Davanti ai molteplici drammi che colpiscono la famiglia dei popoli – povertà, fame, sottosviluppo, conflitti, migrazioni, inquinamenti, disuguaglianza, ingiustizia, criminalità organizzata, fondamentalismi -, la fraternità è fondamento e via per la pace.

La cultura del benessere fa perdere il senso della responsabilità e della relazione fraterna. Gli altri, anziché nostri «simili», appaiono antagonisti o nemici e sono spesso «cosificati». Non è raro che i poveri e i bisognosi siano considerati un «fardello», un impedimento allo sviluppo. Tutt’al più sono oggetto di aiuto assistenzialistico o compassionevole. Non sono visti cioè come fratelli, chiamati a condividere i doni del creato, i beni del progresso e della cultura, a partecipare alla stessa mensa della vita in pienezza, ad essere protagonisti dello sviluppo integrale ed inclusivo.

La fraternità impronti tutti gli aspetti della vita, compresi l’economia, la finanza, la società civile, la politica, la ricerca, lo sviluppo, le istituzioni pubbliche e culturali.

Abbiamo bisogno di volontari per le iniziative di carità della parrocchia.

Tifone Haiyan: un’emergenza umanitaria

Nelle Filippine colpite dal tifone Haiyan si registrano decine di migliaia di morti, feriti,dispersi. E’ un’emergenza umanitaria di massa. Domenica all’Angelus la preghiera e l’appello di Papa Francesco, raccolto subito da Caritas Italiana che si è attivata per un primo intervento e ha lanciato una raccolta fondi. La Presidenza della Cei stanzia 3 milioni di euro. 
Anche Caritas Lodigiana partecipa alla raccolta fondi. E’ possibile contribuire versando una somma sul nostro conto corrente, specificando la causale.

CARITAS-CONTRO-FAME

 Vita No Slot

Lettere ai Giornali

  Lo SPORT in oratorio a Zelo B. P..  Togliere i ragazzi dalla strada, raccoglierli attorno ad un interesse positivo, offrire loro un ambiente accogliente e protetto sono un punto di partenza per un’azione educativa ulteriore, una proposta educativa nello sport. Se il fine della nostra attività educativa è, come diceva Don Bosco, mirare a formare… Continue Reading

Un pensiero alla settimana

 DOMENICA MAGGIO 2016 “Fai attenzione a come pensi e a come parli, perchè puo trasformarsi nella profezia della tua vita. (San Francesco d’Assisi)  DOMENICA APRILE 2016 “Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa… Continue Reading