Archivi per la Categoria: Giornata del Ringraziamento

Giornata del Ringraziamento

67° GIORNATA del RINGRAZIAMENTO 2017

Grati al Signore per le meraviglie che ha compiuto e fiduciosi nella sua misericordia.

Con questo tema si terrà in Italia il prossimo 12 novembre la giornata del Ringraziamento. A livello regionale ci sarà una grande manifestazione a Lodi. Nel nostro piccolo cercheremo di celebrare questa giornata in quello stesso giorno. E qui c’è una novità: non la celebreremo più il giorno dopo la sagra come si è fatto in questi anni, ma nella domenica scelta dalla Conferenza Episcopale Italiana, cioè la seconda domenica di novembre. Durante la S. Messa delle ore 11,00 sono invitati gli agricoltori ed i commercianti per esprimere il Ringraziamento al Signore per i doni della Terra che, come dice il tema di questa giornata, sono doni di Dio in questa terra ospitale. Così papa Francesco si esprime all’inizio dell’enciclica “Laudato si’ ” «Laudato si’, mi’ Signore», cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: «Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba». Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra, che «geme e soffre le doglie del parto» (Rm 8,22). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra (cfr Gen 2,7). Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora. E’ l’inizio di una lunga riflessione sul rispetto della terra come via per il rispetto dell’uomo. Necessita di essere non solo letta ma anche attuata per saper sempre meglio ringraziare il Creatore per il grande dono che ha posto nelle nostre mani.

Giornata Ringraziamento:Zelo

66° GIORNATA del RINGRAZIAMENTO 2016 Giornata Ringraziamento:Zelo

Lunedì 28 Novembre ore 10,00 santa messa in chiesa parrocchiale

  • benedizione dei mezzi agricoli e da lavoro in piazza italia
  • rinfresco in oratorio

Si tratta di una celebrazione eucaristica di ringraziamento: a questa festa sono invitate in modo particolare tutte le attività economiche presenti sul territorio di Zelo Buon Persico.

.

.

65ª Giornata Nazionale del Ringraziamento 2015

Custodire la fertilità del suolo, prestare attenzione alle destinazioni festa 2015d’uso della terra, arginare il fenomeno delland grabbing – l’accaparramento di terra da parte dei soggetti con maggior disponibilità economica –, garantire il diritto di accesso alla terra e alle risorse ittiche e forestali: sono le sfide che i Vescovi incaricati della pastorale sociale e del lavoro ricordano nel Messaggio.
«Compito specifico delle comunità ecclesiali – si legge al termine del Messaggio –  è l’attenzione per la dimensione educativa e formativa. Celebriamo, dunque, con gratitudine e speranza la festa del ringraziamento, come abitatori e custodi responsabili della terra affidataci».

.
.
.
Giornata nazionale del Ringraziamento 2014.  64ª Giornata Nazionale del Ringraziamento 2014
È una festa che viene da lontano ed ha le sue origini in Italia nel lontano 1951 per iniziativa della Coldiretti. Da allora puntualmente viene celebrata la seconda domenica di novembre e a livello locale viene riproposta nel periodo che va dalla festa di San Martino (11 novembre) alla festa di Sant’Antonio Abate (17 gennaio).
Nel 1973, con la pubblicazione del documento pastorale “La Chiesa e il mondo rurale italiano”, i vescovi italiani hanno assunto questa giornata come occasione opportuna di riflessione ed evangelizzazione dell’intera chiesa locale. Si legge nel documento sopra citato: «Si curi la Giornata del Ringraziamento in modo da renderla significativa per l’intera Chiesa particolare, oltre che occasione propizia per l’evangelizzazione del mondo rurale». Così dal 1974, ogni anno, i vescovi italiani offrono un messaggio che guida la riflessione e la preghiera.
 Nel 2005 la Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace ha ritenuto opportuno aggiornare il documento del 1973 con la nota Frutto della terra e del lavoro dell’uomo. Mondo Rurale che cambia e Chiesa in Italia.
Già a partire dal 1999 e poi sulla scia del grande evento del Giubileo del mondo agricolo, 12 novembre 2000, l’Ufficio Nazionale CEI per i problemi sociali e il lavoro coordina e programma questa giornata in collaborazione con le associazioni di ispirazione cristiana che operano nel mondo rurale: Acli Terra, Coldiretti, Fai Cisl , Feder.Agri-Mcl, Ugc Cisl
Accanto alla celebrazione liturgica domenicale, momento centrale della festa del Ringraziamento, viene organizzato il giorno precedente un seminario di studio sul tema del messaggio dei vescovi e un momento specifico di preghiera in un santuario della diocesi ospitante.
Ogni anno il Santo Padre all’Angelus offre la sua illuminante parola e indica le prospettive di un rinnovato impegno di evangelizzazione nel mondo rura

 

GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO  Festa ringraziamento

 

LUNEDI’ 25 NOVEMBRE 2013 ore 10,30

Carissimi agricoltori, artigiani e commercianti, la nostra parrocchia celebra ogni anno, il Lunedì della Sagra Patronale di Sant’ Andrea la Giornata del Ringraziamento.

Questa celebrazione è una felice opportunità per dire grazie al Signore per l’abbondanza della sua grazia.

“La valenza educativa propria della Giornata del Ringraziamento ha una ricaduta importante nell’attuale società, in cui l’appiattimento sul presente rischia di cancellare la memoria per i doni ricevuti”

In questa occasione durante la Santa Messa del 25 Novembre 2013 celebrata da Don Mario Zacchi alle ore 10,30 nella Chiesa Parrocchiale e concelebrata da alcuni sacerdoti che hanno svolto il loro ministero nella nostra parrocchia, raccoglieremo la Vostra offerta che diventa segno tangibile della riconoscenza e che verrà impiegata per le opere parrocchiali e soprattutto per la Carità.

Chi vuole potrà comporre cesti con prodotti della natura che verranno poi donati alle Suore del Carmelo di Lodi. Al termine della celebrazione sul piazzale della Chiesa Parrocchiale ci sarà la benedizione dei mezzi agricoli.

il parroco Don Gianfranco Rossi

 

Giornata del ringraziamento.

È una festa che viene da lontano ed ha le sue origini in Italia nel lontano 1951 per iniziativa della Coldiretti. Da allora puntualmente viene celebrata la 2^ Domenica di novembre e a livello locale viene riproposta nel periodo che va dalla festa di San Martino (11 novembre) alla festa di Sant’Antonio Abate (17 gennaio). Nel 1973, con il documento “La Chiesa e il mondo rurale italiano”, i vescovi italiani hanno assunto questa giornata come occasione opportuna di riflessione ed evangelizzazione dell’intera chiesa locale. Si legge nel documento sopra citato: «Si curi la Giornata del Ringraziamento in modo da renderla significativa per l’intera Chiesa particolare, oltre che occasione propizia per l’evangelizzazione del mondo rurale». La Chiesa italiana coordina e programma questa giornata in collaborazione con le associazioni di ispirazione cristiana che operano nel mondo rurale: Acli Terra, Coldiretti, Fai Cisl , Feder.Agri­Mcl, Ugc Cisl. Accanto alla Messa domenicale, momento centrale della festa del Ringraziamento, viene organizzato il giorno precedente un seminario di studio sul tema
del messaggio dei vescovi e un momento specifico di preghiera in un santuario della diocesi ospitante. Ogni anno il Papa all’Angelus offre la sua illuminante parola e indica le prospettive di un rinnovato impegno di evangelizzazione nel mondo rurale.
Per la Giornata di quest’anno i vescovi hanno voluto collegare tale ricorrenza al mondo giovanile. E in particolare hanno scritto: “Carissimi giovani, come vostri pastori ci rivolgiamo direttamente a voi quest’anno, in occasione della “Giornata nazionale del Ringraziamento per i frutti della terra!”. Lo facciamo avendo
davanti a noi in primo luogo l’icona di S. Martino (11 novembre), giovane ufficiale romano, che, di fronte alle necessità di un povero infreddolito, taglia il suo mantello in due e lo condivide, donando un raggio di sole e di calore che resterà sempre impresso nella memoria di tutti noi. San Martino ci insegna a vivere la vita come un dono, facendo sgorgare la speranza laddove la speranza sembra non esserci. Ci colleghiamo così alle costanti esortazioni di Papa Francesco: “Prima di tutto, vorrei dire una cosa, a tutti voi giovani: non lasciatevi rubare la speranza! Per favore, non lasciatevela rubare! E chi ti ruba la speranza? Lo spirito del mondo, le ricchezze, lo spirito della vanità, la superbia, lo spirito del benessere, che alla fine ti porta a diventare un niente nella vita” (Discorso agli studenti dei gesuiti ­ 7 giugno 2013). Questo appello è stato rilanciato ai giovani di tutto il mondo, in occasione della veglia di preghiera a Copacabana: “Cari amici, non dimenticate: siete il campo della fede! Siete gli atleti di Cristo! Siete i costruttori di una Chiesa più bella e di un mondo migliore!” (27 luglio 2013). Un mese prima aveva detto: “Voi giovani, siate i primi: andate controcorrente e abbiate questa fierezza di andare proprio controcorrente. Avanti, siate coraggiosi e andate controcorrente! E siate fieri di farlo!”. (Angelus del 23 giugno)

Le Giornate del Ringraziamento dal 2001 al 2014   versione testuale
  • Milano, 10 novembre 2014

    Si svolgerà nella Arcidiocesi di Milano, domenica 9 novembre 2014, la 64ª Giornata Nazionale del Ringraziamento. La Giornata sarà preceduta, sabato 8 novembre 2014 ore 9.30, da un Seminario di studio presso il Teatro San Carlo (Via Morozzo della Rocca, 12 – Milano). «Tu fai crescere l’erba per il bestiame e le piante che l’uomo coltiva, per trarre cibo dalla terra, vino che allieta il cuore dell’uomo, olio che fa brillare il suo volto e pane che sostiene il suo cuore» (Sal 104, 14-15). La Giornata del Ringraziamento 2014 precede di alcuni mesi l’apertura di Expo Milano 2015 dedicato a “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, un tema di particolare rilevanza per il nostro Paese e non solo.

  • 63ª GdR – Giovani protagonisti nell’agricoltura
    Pordenone, 9 novembre 2013

In questa Giornata ci sentiamo particolarmente vicini, nelle nostre Chiese locali, a tutti gli agricoltori d’Italia. Ci uniamo a loro anzitutto nella preghiera, richiamata emblematicamente nel momento dell’Angelus, come ritratto ad esempio nella famosa tela del pittore Jean-François Millet. Agli agricoltori desideriamo esprimere poi la nostra gratitudine per la loro fatica. Il nostro grazie si unisce al Magnificat di Maria di Nazareth, giovane come voi, carissimi! Pronta allo stupore e sollecita verso la cugina Elisabetta, Maria ci rassicura con il suo canto di lode, perché anche i piccoli e i poveri possono vincere nella battaglia della vita. Vi indichiamo anche la figura di San Giuseppe, definito dal Papa “custode, perché sa ascoltare Dio, si lascia guidare dalla sua volontà, e proprio per questo è ancora più sensibile alle persone che gli sono affidate, sa leggere con realismo gli avvenimenti, è attento a ciò che lo circonda e sa prendere le decisioni più sagge” (Omelia nella Santa Messa per l’inizio del ministero petrino del Vescovo di Roma, 19 marzo 2013).

«Confida nel Signore e fa’ il bene: abiterai la terra» (Sal 37,3). Questo bel versetto descrive efficacemente il cuore di tutti noi nella tradizionale Giornata del Ringraziamento rurale, che celebriamo agli inizi dell’Anno della Fede, tempo di grazia e di benedizione, indetto da Benedetto XVI. Le parole del salmo sono l’espressione di uno stile di vita radicato nella fede, con il quale desideriamo ringraziare il Signore per ogni dono che compie nelle nostre campagne e per il lavoro dei nostri agricoltori.

“Ringraziare è sempre un gesto alto e bello, che nobilita chi lo compie. Per noi è un atto doveroso, soprattutto al termine di un anno agricolo segnato dalle conseguenze di una grave crisi economica e finanziaria, ma anche gravido di quella speranza che sgorga dal primato che riconosciamo a Dio”. Si apre così il Messaggio per la Giornata del Ringraziamento (13 novembre), che evidenzia “l’opera di quei giovani imprenditori che hanno scelto di ritornare al lavoro agricolo” (+6%), “indice di un riscoperto amore alla terra”.

“Tu apri la tua mano e sazi il desiderio di ogni vivente”(Sal 144,16) “Questa giornata è anche un’occasione importante di riflessione sui problemi che il mondo rurale sta vivendo, acuiti dal protrarsi degli effetti di una crisi economica e finanziaria di portata mondiale – si legge nel Messaggio -. Tutti abbiamo toccato con mano i pericoli in una finanza disgiunta da un’economia di produzione reale. Siamo anche consapevoli della fragilità di un sistema economico che, per sostenersi, ha bisogno di accrescere a dismisura i consumi di massa. È sempre più difficile il corretto bilanciamento fra la salvaguardia dell’ambiente e la necessità di assicurare posti di lavoro alle nuove generazioni”.

  • 59ª GdR – “Tu prepari il frumento per gli uomini” (Sal 65,10)
    Ivrea, 8 novembre 2009

    La Parola del Signore ci accompagna in questa riflessione annuale e guida il discernimento che come comunità ecclesiale siamo chiamati a fare per identificare percorsi e mezzi affinché la terra torni a essere il luogo in cui l’uomo vive la sua relazione con Dio, secondo lo stile auspicato dal salmista: “Tu visiti la terra e la disseti, la ricolmi di ricchezze… tu prepari il frumento per gli uomini…” (Sal 65,10–12). L’incontro nazionale si svolgerà ad Ivrea sabato 14 e domenica 15 novembre 2009.

  • 58ª GdR – “Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare”
    Roma, 9 novembre 2008

    “Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare” è il tema del Messaggio in occasione della Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si è celebrata a Roma il 9 novembre p.v.
    Nella mattina di sabato 8 si sono svolti un Seminario di Studio sul tema del Messaggio dei vescovi, e nel pomeriggio un momento di preghiera. Erano presenti i rappresentanti delle Associazioni rurali di ispirazione cristiana.

  • 57ª GdR – Custodi di un territorio amato e servito
    Lecce, 11 novembre 2007

    “Custodi di un territorio amato e servito” è il tema del Messaggio in occasione della Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si è celebrata a Lecce l’ 11 novembre 2007.

  • 56ª GdR – La terra: un dono per l’intera famiglia umana
    Parma, 12 novembre 2006

    “La terra: un dono per l’intera famiglia umana”, è il tema del Messaggio predisposto dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, in occasione della Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si è celebrata il 12 novembre 2006 a Parma.

  • 55ª GdR – “Frutto della terra e del lavoro dell’uomo. Mondo rurale che cambia e Chiesa in Italia”. Nota pastorale
    Siena, 13 novembre 2005

    “Frutto della terra e del lavoro dell’uomo. Mondo rurale che cambia e Chiesa in Italia” 
    Nota Patorale
    …A chi è rivolta la nota? Prima di tutto alle Chiese che sono in Italia, perché sempre più si avvicinino a questo mondo e con esso ai piccoli e ai poveri, nello stile del Vangelo, in un’ottica di innovazione solidale, per narrare la fede con entusiasmo. Poi ai sacerdoti e parroci, un tempo per lo più provenienti da questo mondo per nascita; oggi, invece, molti dei sacerdoti più giovani non ne conoscono problemi e ricchezze. Il testo vuole aiutare la conoscenza del mondo rurale e l’inserimento in esso, che comporta uno stile di vita autenticamente sacerdotale, fatto di sobrietà, povertà reale, vicinanza amicale, visita appassionata. E poi, la nota è un appello al mondo sociale e politico, perché non valuti gli interventi solo in chiave quantitativa, ma qualitativa: chi custodisce il territorio va accompagnato con intelligenti misure politiche ed economiche, che favoriscano la permanenza soprattutto nelle zone collinari e montane. …

  • 54ª GdR – Cultura rurale e solidarietà in Europa
    Genova, 14 novembre 2004

    “Cultura rurale e solidarietà in Europa”, è il tema del Messaggio predisposto dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, in occasione della Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si celebrerà il 14 novembre 2004.

  • 53ª GdR – “Il dono dell’acqua: un bene di tutti e per tutti” 
    Monreale, 9 novembre 2003

    “Il dono dell’acqua: un bene di tutti e per tutti”, è il titolo del Messaggio che la Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace ha indirizzato alla comunità ecclesiale italiana e in particolar modo ai lavoratori della terra, in occasione della Giornata del Ringraziamento celebrata in Italia il 9 novembre 2003.

  • 52ª GdR – “Le montagne portino pace al popolo e le colline giustizia” (Salmo 71,3)
    Trento, 10 novembre 2002

    “Le montagne portino pace al popolo e le colline giustizia” (Salmo 71,3), è il titolo del Messaggio che la Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace ha indirizzato alla comunità ecclesiale italiana e in particolar modo ai lavoratori della terra, in occasione della Giornata del Ringraziamento celebrata in Italia il 10 novembre 2002. In quel giorno, quale solenne manifestazione pubblica, è stata tenuta nella Cattedrale di Trento la celebrazione eucaristica, presieduta da S.E. Mons Luigi Bressan.

  • 51ª GdR – “Dacci oggi il nostro pane quotidiano…” (Mt 6,11)
    Alessandria, 11 novembre 2001

    “Dacci oggi il nostro pane quotidiano…” (Mt 6,11), è il titolo del Messaggio che la Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace ha rivolto alla comunità ecclesiale italiana e in particolar modo ai lavoratori della terra, in occasione della Giornata del Ringraziamento. In quel giorno, quale solenne manifestazione pubblica, è stata tenuta nella cattedrale di Alessandria la celebrazione eucaristica, presieduta da S. E. Mons. Fernando Charrier, Vescovo della stessa città.